CEI 0-16 TERZA EDIZIONE PDF

Terza soglia di fase (I>>>): Intervallo IN 15IN; Passo IN per TA 40, 50, 60, Conformit Normative CEI , , Edizione Seconda. Microsoft Visual Basic Edizione Professionale Inoltre a queste novità ” hardware” si aggiunge l’introduzione della terza generazione Sopra, l’ immagine fotorealistica di un telefono cellulare, eseguita da studenti dell’/CEI di Roma. Cei 82 25 terza edizione pdf to word INSTALLASJ decono essere alla Norma conformi CEI Edizione III, which works with the production.

Author: Dourisar Mazugal
Country: New Zealand
Language: English (Spanish)
Genre: Literature
Published (Last): 23 August 2016
Pages: 21
PDF File Size: 11.65 Mb
ePub File Size: 19.26 Mb
ISBN: 322-1-15117-154-4
Downloads: 69295
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Zolot

Published on Jan View Download Alimentazione Morsetti da 2. Ingresso di alimentazione morsetti VP: Ingressi di Misura Morsetti da 4mm2, estraibili. IN;, IN;[CEI ], IN;, Elenco dei TA di misura per NO: Permanente L1, L2, L3: Logger [CEI ] Dispositivo integrato per la memorizzazione di eventi con data e ora.

Tutte le soglie di intervento sono di tipo indipendente, quindi configurabili ed escludibili singolarmente. Curva A – FT: Misure in Tempo Reale Il dispositivo pu visualizzare su Deizione, in tempo reale, le misure di corrente riferite al primario deizione TA, oppure, impostando un rapporto 1: Gli ingressi dovranno essere stimolati con una tensione di 24Vdc. Coordinamento Protezioni Mediante un ingresso optoisolato morsetto EIC ed una uscita 00-16 morsetto EOCpossibile creare una logica di coordinamento gerarchica.

Il sistema richiede una alimentazione separata a 24Vdc morsetti VDC. Lunit dotata di sistemi per lautodiagnosi e il rilevamento dei guasti interni, quali: Adattamento in Frequenza Il dispositivo esegue una sintonizzazione automatica, alla reale frequenza di rete.

Lintervallo utile di misura compreso tra In questintervallo sono garantite le precisioni ottenute a 50Hz. Tutte le misure visualizzate sono adattate alla reale frequenza di rete.

Le caratteristiche della ediziobe RS sono le seguenti: Peso e Consumo 1. Campo magnetico di rete: Campi EM a radiofrequenza: Campi irradiati da telefoni digitali: Tensione a frequenza di rete: Disturbi condotti indotti RF: Una prima differenza tra le versioni viene definita dalla corrente nominale di fase che pu variare da 1A a 5A.

Una seconda differenza viene rappresentata dal modello Omopolare o Trifase. Il modello Trifase invece fornito di tre canali di fase L1, L2 e L3 e nessun canale omopolare. Tera per in questa ultima versione calcolata una corrente omopolare fittizia come somma delle tre correnti di fase.

Di seguito si far riferimento sempre a 3 correnti di fase e una corrente omopolare per definire in modo semplice e omogeneo le funzionalit del firmware. Visualizza data e ora. Nelle scelte il pulsante di conferma. Usato in combinazione con altri tasti determina altre funzioni. Attiva la funzione di monitoraggio. In programmazione consente di impostare il cursore sulla soglia di trigger.

Norma CEI 0-16

Seleziona il canale di misura della corrente omopolare, usato sia terzz la programmazione del trigger, sia in fase di monitoraggio per verificare le impostazioni della protezione. Seleziona il canale di misura su linea di fase 3, usato sia per la programmazione del trigger, sia in fase di monitoraggio per verificare le impostazioni della protezione.

  GMAC GMAT REVIEW 2005 PDF

Consente di richiamare le segnalazioni memorizzate di scatto. Usato in combinazione con altri tasti consente di impostare la CPU sulla modalit di programmazione. Consente di uscire dalle varie funzioni di visualizzazione. Seleziona il canale di misura su linea di fase 2, usato sia per la programmazione del trigger, sia in fase di monitoraggio per verificare le impostazioni della protezione.

Seleziona il canale di misura su linea di fase 1, usato sia per la programmazione del trigger, sia in fase di monitoraggio per verificare le impostazioni della protezione. I ediione caratteri in alto a sinistra, riportano lo stato del microprocessore, come indicato di seguito: L’ultimo stato indica unanomalia sul dispositivo che terzx il normale funzionamento, mentre tutti gli altri sono stati di funzionamento corretto, impostabili dall’utente mediante l’interfaccia di edixione.

I tre caratteri in alto a destra, riportano lo stato del rel di comando dell’interruttore: Gli stessi caratteri riportano anche la soglia di scatto programmata per il trigger, oppure la misura in tempo reale di una delle correnti acquisite dal sistema, in base al canale selezionato.

I tre caratteri in basso a destra, riportano le impostazioni del rel di scatto: Gli stessi caratteri riportano anche il tempo di scatto programmato per il trigger, in base al canale selezionato.

Dopo la prima accensione il dispositivo presenta il menu di Fig. In caso di temporanea interruzione dellalimentazione il dispositivo, al riavvio, ripristina lo stato iniziale. Nel passaggio dal controllo automatico al controllo manuale, il dispositivo conserva lo stato del rel di comando, quindi se in automatico il rel chiuso, anche in manuale sar chiuso, se in automatico il rel aperto, anche in manuale sar aperto.

Quando richiesta unapertura o una chiusura manuale della protezione, i comandi inviati dal rel permangono per un tempo minimo di circa ms, intervallo in cui impossibile cambiare nuovamente di stato il comando.

Follow the Author

La programmazione delle soglie di scatto pu essere eseguita sia quando la protezione gestita in modo automatico tegza quando richiesta teeza gestione di tipo manuale. Le possibili segnalazioni memorizzate di scatto sono le seguenti: La serigrafia accanto ai LED richiama il canale di corrente che stato ediaione dallintervento. Sui morsetti posteriori sono presenti le seguenti segnalazioni a Rel: Avviamento vei della protezione, non memorizzato: RAV ; Scatto per intervento su L1, memorizzato: RL1 ; Scatto per intervento su L2, memorizzato: RL2 ; Scatto per intervento su L3, memorizzato: RL3 ; Scatto per intervento su NO, memorizzato: I quattro contatti di segnalazione sono forniti come contatti puliti, liberi da tensione, ma con un polo in comune.

La tensione del contatto in comune, va applicata al morsetto: Tutti i rel di segnalazione sono normalmente aperti, tranne il rdizione di avviamento. Dalla condizione di funzionamento base, mostrata in Fig. Dopo aver dato conferma per entrare in programmazione, il dispositivo mostra la schermata di Fig. Per prima cosa necessario selezionare il rapporto di trasformazione del TA di misura istallato. La configurazione dei TA per L1, L2 e L3 si esegue allinterno del menu di programmazione, come segue: L1premere SET e poi rilasciare entrambi.

  EL LIBRO BLANCO DE RAMTHA PDF

Con la sequenza descritta si ottiene il menu di Fig. Per impostare il rapporto TA ad un valore pi alto sufficiente premere una volta MX freccia in alto.

Releu VPR-P16 V1 R8 (AREVA).pdf

Per uscire dal menu di impostazione dei TA per L1, L2 ed L3 sufficiente ripetere la combinazione usata per entrare, ovvero: Le impostazioni definite per L1 si replicano su L2 ed L3, quindi sufficiente impostare il TA una sola volta. NO e tenendolo premuto premere anche SET per poi rilasciare entrambi. Con la sequenza si ottiene il menu di Fig. Rapporti TA per NO: Per uscire dal menu di impostazione dei TA per NO sufficiente ripetere la combinazione usata per entrare, ovvero: Dopo aver configurato opportunamente i rapporti dei TA di misura per L1, L2, L3 ed NO, si pu procedere con limpostazione dei parametri di intervento della protezione, sempre a partire dal menu di Fig.

Anche per il modello trifase valgono le protezioni descritte precedentemente. L3ottenendo il menu associato alla corrente selezionata. Se ad esempio vogliamo impostare il menu di cortocircuito per le fasi dobbiamo premere prima C. In alto a destra viene mostrato il codice OFF ad indicare che la soglia di cortocircuito disabilitata alla generazione del trigger.

Dopo aver attivato la soglia possibile osservare a video i valori di corrente e di tempo, nonch un cursore in prossimit del parametro da modificare. Premendo il tasto TPR il cursore si sposta in prossimit del tempo di intervento, mentre premendo il tasto SPR il cursore si riposiziona in prossimit della soglia di intervento.

Le due correnti di fase L1, L2, ed L3 sono impostate in modo speculare impostando una delle tre si ottiene la stessa impostazione sullaltramentre la omopolare NO risulta indipendente. Tutte le soglie di intervento sono indipendenti fra loro. Il tempo di intervento impostato sulla curva di tipo A con caratteristica di intervento NT. Il tempo di intervento impostato sul valore minimo del campo di regolazione, ovvero 50ms. Di seguito vengono descritte le modalit di regolazione dei parametri e i campi di regolazione.

Per impostare il livello di corrente ad un valore pi alto sufficiente premere una volta MX freccia in alto oppure, per spostarsi velocemente ad un livello pi alto, tenere premuto MX. Premendo nuovamente TPR si ritorna alla curva. Quando una delle correnti di fase supera la soglia impostata, si attiva un timer, relativo alla percentuale di sovraccarico. Per impostare il livello di corrente ad un valore pi alto sufficiente premere MX. Il campo di regolazione il seguente: Per decrementare il tempo sufficiente premere OK.

Apparir il menu di Fig.